giovedì 20 dicembre 2012

Mandorlini e il calcio dei preti

(foto scroccata dal sito scrivonapoli.it)

Lo ammetto: odio il calcio e non lo seguo da almeno dieci anni, ma di fronte a certe notizie non riesco a rimanere indifferente.
Essendo il sottoscritto un terrone trasferitosi a Verona, mi è giunta voce di una sentenza sportiva che mi ha fatto morire dal ridere, cosa da non sottovalutare dato che secondo le fandonie che han messo in bocca ai Maya domani dovrei morire e basta.

Riassuntino: alla domanda posta da un giornalista all'allenatore dell'Hellas Verona Mandorlini, a cui avevano chiesto "che ne pensa dell'odio dei livornesi nei suoi confronti?", il tecnico aveva risposto "orgoglioso di essere odiato".

Ora, lecita o meno tale risposta, la sentenza del Giudice Sportivo in merito alla frase incriminata è stata la seguente: squalifica fino al 31 gennaio 2013, 20mila euro di multa e...

obbligo di ribadire nelle prossime sette interviste pre e post gara di credere fermamente nei valori sportivi


Insomma, obbligo di redimersi. Come quando il prete impone al peccatore confesso di recitare otto Atti di Dolore, cinque Ave Maria e un paio di editoriali di Famiglia Cristiana.

Che dire, a voi i commenti. So solo che non devo assolutamente perdermi le prossime sette interviste di Mandorlini.




12 commenti:

  1. Non capisco dove risiede il reato in quella frase di Mandorlino? Uno non ha diritto di essere odiato?
    20.000 di multa per cosa?

    Se questo Mandorlini ha un minimo di amor proprio e orgoglio, se ne frega di quanto stabilisce uno pseudo-giudice e non si redime né sostiene nulla che sia contrario al suo volere.

    Facciamo ridere i polli. Sentenze del genere fanno meritare all'Italia di essere in crisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo appieno, sono ben altri i comportamenti che andrebbero puniti in ambito sportivo e non

      Elimina
  2. Ma è ancora peggio della confessione perchè, in teoria, almeno a quella uno si accosta volontariamente.
    Non oso immaginare quanto credibile possa sembrare quando lo dirà. Mi immagino la scena:
    Giornalista: "Salve Mandorlini, il Verona ci è sembrato molto carico oggi, presente fisicamente e lucido in fase offensiva, avete modificato il vostro allenamento in vista di questa gara?"
    Mandorlini: "Certo, siccome credo molto nei valori sportivi, ci siamo preparati accuratamente"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio per questo che non vedo l'ora di beccare qualche video delle sue prossime interviste :D

      Elimina
  3. M'immagino l'allenatore che s'inginocchia davanti alla telecamera, a mani giunte, esclamando: "Redimimi". :D

    RispondiElimina
  4. Avevo sentito la condanna ma non il motivo. Per me è stupido punire per questa dichiarazione, mentre a volte allenatori o presidenti le sparano più grosse.

    E poi la punizione è ipocrita: io sarò obbligato a dire certe cose anche se non le penso, insomma è tutta finzione.

    Certo, ora son curioso di sentire cosa dirà nelle prossime interviste.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho sempre avuto la sensazione che nel mondo del calcio si debba rispondere sempre con le solite frasi trite e ritrite. Se uno dice ciò che pensa senza ipocrisia... ecco i casini.

      Elimina
  5. "Valori sportivi"??!!
    Ma allora i dirigenti di quell'altra squadretta, che si ostinano a tessere le lodi di gente come moggi e giraudo, che penitenza dovrebbero avere? Un milione di paternoster (o patervoster) prima e dopo ogni intervista?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proporrei un milione di calci in culo :D

      Elimina
  6. Ma soprattutto, ti possono obbligare a dichiarare pubblicamente qualcosa in cui non credi? Mi sembra assurdo, oltre al fatto che sembra proprio una penitenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio questo l'assurdo.
      "Mister, come vede la partita di sabato prossimo? Un avversario ostico..."

      "Beh, innanzitutto le dico che credo nei valori sportivi, in Gesù Cristo e nei segreti di Fatima.."

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...